Io e il super-Io

Posted in Pensieri on 28 gennaio 2015 by salvodanna

Verrà il giorno in cui l’ira funesta si abbatterà su di me. La grande menzogna svelata. Il buio del dolore avanzerà, le tenebre scenderanno e la luce si spegnerà per sempre. La spada dell’Angelo vendicatore mozzerà la mia testa, e sgorgherà sangue, tanto, fluente, scarlatto. E il flusso ematico si porterà via i peccati che ho commesso. Sono molti e non sono mai stati perdonati. Non da me stesso, non da Dio. L’Angelo non avrà pietà, e chiamerà a sé i quattro centauri, per infierire e trascinare all’Inferno chi starà accanto a me. Statemi lontano, finché siete in tempo, finché siete ancora puri! I cavalieri dell’Apocalisse monteranno quattro destrieri, scheletri ambulanti dagli occhi di brace. Indosseranno un mantello nero come pece, e un cappuccio ne celerà i capelli stopposi. Strazieranno le mie carni con lance appuntite, le lame taglienti dei coltelli affonderanno nel mio cuore di ghiaccio e ne faranno brandelli. Ogni cavaliere avrà in mano un fiammifero acceso. Pioverà petrolio, in quelle ore. Il mio cadavere sarà sporco, come io lo ero in vita, combustibile per l’ultimo rogo. Rimarranno solo le ossa, alla fine, nere anche quelle. Marce, putride, storte. Saranno spaccate dai colpi di cento martelli. I mari si riempiranno di acido muriatico. Io, empio e cattivo, bugiardo e sacrilego, sarò trascinato lì pezzo a pezzo e sciolto, perché di me non rimanga traccia, nemmeno una, cosicché l’oblio mi possa avvolgere per l’eternità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © SALVODANNA

Timbro

Posted in Pensieri with tags on 19 gennaio 2015 by salvodanna

Martello sterili menti
vuoto a perdere
buco nero dei vostri pensieri
generatore di incubi
procacciatore di infamia.
Sillabe slegate intonano lamenti
campane di vetro infrante
fazzoletto imbevuto di codardia
vita priva di amabilità
percorso interrotto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © SALVODANNA

Pulsazioni

Posted in Pensieri with tags on 15 gennaio 2015 by salvodanna

Parole amare tracciano percorsi di vita incolori

Discordanti punti di vista sottoscrivono ispirazioni violente

Tracimano indistinti gli spiriti selvaggi

Folate d’orrore paralizzano

Impulsi nervosi caotici

Sottopelle mucchio di ossa corrose

Vibra

Trema

Soccombi

RIPRODUZIONE RISERVATA © SALVODANNA

#jesuischarlie

Posted in Pensieri on 8 gennaio 2015 by salvodanna

Società decadente, Occidente infiacchito da chiacchiere da salotto. Alla deriva, corroso da una destra ottusa e xenofoba e da una sinistra imborghesita e benpensante.
Siamo incapaci di qualsiasi tipo di reazione, protagonisti di una solidarietà a corrente alternata espressa solo attraverso i social.
Mentre noi pensiamo di ripulirci la coscienza condividendo vignette e stati affranti, loro proliferano.
Sono uniti e organizzati, noi no. Siamo tutti schiavi. Ma loro sono incazzati, noi siamo sazi.
Ci spazzeranno via.

RIPRODUZIONE RISERVATA © SALVODANNA

Svagato

Posted in Pensieri, sussurri on 17 novembre 2014 by salvodanna

Inquietudini seguono idee imperfette
evanescenti presenze malvagie
diroccati castelli infestati
ragnatele camuffano crepe profonde
fragili colonne dentro stanze vuote.
Artefice di me stesso volgo
la mia attenzione al supremo obiettivo.
Sostengo la personale verità
in cima a pensieri distratti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © SALVODANNA

Sussurro n 64

Posted in sussurri with tags , on 15 febbraio 2014 by salvodanna

Lungo la sponda
preso da sconforto
cammino con passo sporco
immerso in pensiero scorretto.
Il cielo ridotto a schiavo
del mio poltrire straniante
rimbomba di un tuono schiaffato
nel territorio a me straniero.
Quotidiano sintetico sperduto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © SALVODANNA

Arrivederci 2010…

Posted in Pensieri on 2 dicembre 2011 by salvodanna

Ci sono notti che lasciano il segno,
che scavano solchi di certo non indifferenti.
Quanto ricordo passate serate senza fine!
Dovrei stordirmi con certe abitudini, nel periodico affondare.
Ci sono momenti in cui non puoi ricordare.
Istanti di infinita solitudine,
attimi che rimbombano nel cervello avvizzito.
Frammenti di inquietudini che non approdano a un progetto definito.
Peccato.
Quante glorie hai sognato, nello scorrere degli anni.
Non fossi così stupido, direi saresti coraggioso.

Post scritto venerdì, 31 dicembre 2010 alle ore 01:55

RIPRODUZIONE RISERVATA © SALVODANNA